Home > Salute

Ulcera gastrica: i cibi da mangiare e quelli da evitare

L’ulcera gastrica è una patologia che colpisce l’apparato digerente ed è causata principalmente da una scorretta alimentazione e dallo stress. Si presenta maggiormente negli uomini dai 50 ai 60 anni e la sua risoluzione si rivela davvero complicata. Spesso, quando non viene asportata chirurgicamente, l’unico modo per tenerla sotto controllo è attuare un regime dietetico bilanciato e uno stile di vita sano.

Ulcera gastrica: i cibi da mangiare e quelli da evitare

Una corretta alimentazione e soprattutto l’eliminazione di alimenti che causano ipersecrezione gastrica sono un buon punto di partenza per evitare una produzione eccessiva di succhi gastrici. Si possono seguire anche dei piccoli accorgimenti per migliorare la propria condizione di salute: meglio fare tanti pasti dalle porzioni esigue, non mangiare cibi molto caldi o molto freddi, masticare gli alimenti con cura ed evitare le gomme da masticare e il fumo di sigaretta.

Dare la giusta importanza all’alimentazione

L’alimentazione va messa al primo posto in caso di ulcera gastrica. Bisogna prestare molta attenzione a quello che si mangia senza trascurare nessun aspetto. Un’ottima soluzione è di seguire la dieta mediterranea, utile anche per la prevenzione di altre malattie. Alcuni alimenti sono considerati dei rimedi naturali per l’ulcera, come la banana che riequilibra i livelli di acidità nello stomaco e il succo di cavolo, utile per le infiammazioni causate dalla patologia.

Alimenti consigliati

I cibi leggeri e contenenti poche calorie sono altamente indicati per chi soffre di ulcera. Tutto ciò che invece si rivela pesante e di difficile digestione deve essere assolutamente vietato. Al primo posto nella dieta vanno inseriti i cereali come riso, orzo, pane e pasta. In secondo luogo sono ben accettate dall’organismo le verdure leggere come zucchine, carote, bietole, fagiolini, insalata verde, spinaci, piselli, patate (assolutamente non fritte) e pomodori (senza semi e buccia). La frutta è ottima, fatta eccezione per gli agrumi. Anche la carne e i latticini non sono da eliminare. Nel primo caso meglio consumare vitello e prosciutto sia cotto che crudo ma rigorosamente magro, nel secondo caso meglio scegliere formaggi freschi. Si possono mangiare uova basta che non siano fritte. Anche il pesce è altamente consigliato, la cosa importante è che non sia fritto. Per quanto riguarda i dolci si possono mangiare, basta che siano leggeri e senza troppi zuccheri. Invece, per le bevande, è meglio sostituire il caffè normale con il caffè d’orzo. Via libera per frullati e centrifugati se fatti in casa, sconsigliati i prodotti industriali.

Alimenti sconsigliati

Meglio evitare il pane troppo fresco e quello integrale. Alcune verdure sono sconsigliate come ad esempio porri, cipolla, peperoni e legumi (soprattutto se in scatola). Anche i funghi sono da evitare.  Per quanto riguarda la frutta, oltre agli agrumi come detto prima, è bene stare lontani da quella secca e dai frutti eccessivamente acerbi. No alle carni grasse, alla selvaggina e ai salumi. No anche ai latticini come latte o formaggi stagionati e fermentati. Meglio evitare il pesce grasso, affumicato o marinato. Da evitare anche i dolci a base di cioccolato e cacao. Ci sono molte alte cose da cui tenersi alla larga:

  • Condimenti: moderare l’uso di olio, maionese e condimenti in generale
  • Spezie: il pepe e la paprica, per esempio, sono molto dannosi
  • Fritture: da non mangiare assolutamente a causa dell’olio che appesantisce e irrita lo stomaco
  • Alcolici e superalcolici: devono essere assolutamente banditi perché stimolano la secrezione acida
  • Caffè: irrita la muscosa gastrica
  • Bevande zuccherate: soprattutto quelle addizionate con anidride carbonica

Nonostante i consigli è sempre meglio rivolgersi al proprio medico per creare la dieta su misura per ognuno. Capita spesso che alimenti innocui per un individuo siano molto dannosi per un altro. Fattori importanti da considerare sono lo stato e la gravità dell’ulcera, per questo motivo bisogna affidarsi a esperti del settore.

Articoli interessanti

loading...
Top