Home > Salute

Intolleranze alimentari: dieta dimagrante impossibile?

Una dieta ben congegnata per controllare le intolleranze alimentari?  Si tratta di una impresa possibile basta che questa sia basata su alcuni principi alimentari, in questo modo si possono aiutare le persone che soffrono di infiammazioni legate al cibo per dimagrire e ritrovare la forma fisica e.

L’obiettivo di una impostazione alimentare volta a recuperare la tolleranza, è di ridurre l’infiammazione da cibo (con benefici anche immunologici), eliminare il segnale di pericolo trasmesso all’organismo, inviandogli al contrario segnali di attivazione del metabolismo.

Una dieta che le intolleranze alimentari consente di perdere peso nei posti in cui il grasso è malamente accumulato e facilita l’attivazione del metabolismo, ristabilentdo la giusta sensibilità all’insulina.

dieta-mediterranea

UNA GUIDA ALLA DIETA

Innanzitutto à necessario avere i risultati di un “test di profilazione individuale” come il RecallerProgram che indica quali sono i Grandi Gruppi Alimentari coinvolti nell’attivazione infiammatoria.

Il test fornisce le necessarie indicazioni di supporto alla dieta di rotazione che mira al controllo infiammatorio che non è l’unica causa di un aumento di peso.

Visto però il successo dal cambio alimentare successivo a Recaller, la motivazione che spinge molte persone a fare questo test è proprio la ricerca di dimagrimento, che necessita di integrare anche altre tecniche di lavoro.

Per applicare le indicazioni che arrivano da RecallerProgram al dimagrimento, si possono seguire indicazioni qui sotto riportate, anche se, a livello di esigenze strettamente personali, possono essere date delle indicazioni diverse.

DIETA DI ROTAZIONE CORRETTA SUI GRANDI GRUPPI ALIMENTARI

I Grandi Gruppi Alimentari sono responsabili delle intolleranze, consentendo comunque dai 3 ai 5 pasti settimanali di libertà alimentare, sia per aiutare il recupero della tolleranza, sia per rendere comunque una piacere il cammino per il recupero della forma .

Eliminazione completa dello zucchero e dei dolcificanti (naturali o artificiali che siano, miele e malto compresi). Gli unici dolci consentiti sono dolci complessi (torte casalinghe, biscotti) da usare nei giorni in cui si può “sgarrare”. La rinuncia allo zucchero è uno dei più potenti segnali metabolici che si possa mandare all’organismo per attivare il dimagrimento.

Ricerca prevalente di cibi integrali. L’uso di cibi a basso indice glicemico (e i cereali integrali hanno tutti un indice glicemico basso rispetto a quelli raffinati) consente l’utilizzo di un maggior numero di calorie alimentari senza creare dei picchi di glicemia. Usare cibi a basso indice glicemico, e nel caso dei cereali sostituendo quelli raffinati con l’integrale, aumenta il consumo calorico e fa bruciare i grassi.

Abbinamento di carboidrati e proteine in tutti i pasti. In tutti i pasti bisogna abbinare proteine e fibra e carboidrati per rallentare l’assorbimento, questo migliora la sensibilità insulinica e abbassa il carico glicemico.

Effettuazione di una prima colazione ricca, che deve diventare il pasto principale della giornata. Deve essere fatta entro un’ora dal risveglio, o dopo l’attività fisica svolta al mattino presto.

L’ATTIVAZIONE DEL MOVIMENTO

Il movimento rappresenta uno dei segnali più importanti che si possa dare all’organismo. L’attività aerobica lenta deve ricordare ad ognuno la propria condizione di “cacciatore e raccoglitore” che fu tipica dell’epoca del Paleolitico. Basta il camminare, ma in modo continuativo per almeno 60 minuti per almeno 3 volte la settimana, tutto il di più darà altri vantaggi. L’utilizzo di una attività a elevato impatto è una delle altre opzioni che integrare a quella aerobica per il miglior risultato in perdita di massa grassa.

Altri consigli che si possono dare sono: la masticazione prolungata, che attiva lo scioglimento del grasso; iniziare ogni assunzione di cibo con un pezzetto di verdura o di frutta, questo velocizza la riduzione dell’allergia e il controllo della reattività alimentare. Inoltre è possibile aiutare l’organismo con specifici integratori come Cromo, Perilla, Resveratrolo, Aminotirosina… che supportano l’azione dimagrante.

Articoli interessanti

loading...
Top