Home > Perdere Peso

Consigli pratici per dimagrire: come aiutarsi durante la dieta

Vi è mai capitato, ripensando ai vecchi tempi della scuola, di ricordare quelle merende strepitose che non sembravano pesare neanche un po’ su pancia e fianchi? Chiaro, nell’adolescenza la quantità di calorie richiesta dal metabolismo è di gran lunga superiore in modo da fornire l’energia necessaria all’accrescimento; da adulti, invece, il fabbisogno calorico diminuisce, ma spesso le abitudini alimentari rimangono invariate. Così, quando l’appetito si trasforma in abitudine, e anche  la golosità ci mette il suo zampino, il risultato a dir poco scontato è l’ingrassamento. Cosa fare a questo punto? Soluzioni magiche per dimagrire a colpi di bacchetta, purtroppo, non esistono, e il rimedio più scontato ed efficace è intraprendere un percorso dietetico. Ebbene sì, se state leggendo interessati gettando occhiate allarmate proprio lì dove finisce il torace, è arrivato il momento di agire. Come? Adottando nella vostra vita qualche semplice consiglio.

dieta per dimagrire

Cosa fare per dimagrire

Chiunque almeno una volta nella vita avrà avuto il pensiero di mettersi a stecchetto, anche solo per pochi giorni. Apportare degli accorgimenti salutari al proprio regime alimentare non è un’impresa impossibile: con un po’ di buon senso è facile individuare i nemici della linea e bandirli dalla tavola. Più complesso, invece, è mettere in pratica un vero e proprio regime dietetico che non si limiti alla sola esclusione di dolci e insaccati. In questo caso, le soluzioni fai-da-te lasciano il tempo che trovano e l’unico via libera è quello dato da un esperto dietologo.

La chiave per dimagrire non consiste esclusivamente nel conteggio delle calorie, ma nella loro qualità: tramite l’alimentazione bisogna fornire all’organismo tutti i principi nutritivi essenziali e limitare l’apporto non solo di grassi, ma anche delle sostanze che si possono trasformare in grassi, ovvero gli zuccheri. Così facendo l’organismo, che da solo non può produrli, sarà costretto a consumare le riserve energetiche immagazzinate nel tessuto adiposo. La falsa credenza da sfatare è che facendo digiuno ci si possa poi permettere un pasto smodato. Non esistono, infatti, palliativi, né tanto meno mezzi sacrifici: o ci si attiene a un regime dietetico serio e completo o si finirà per danneggiare l’organismo senza ottenere un vero e proprio risultato. Come si suol dire, prevenire è meglio che curare: sarà meglio rimediare a un lieve ingrassamento piuttosto che continuare a condurre una vita sregolata per poi trovarsi costretti a perdere 10 o 20 chili per ragioni non solo estetiche ma anche di salute.

10 consigli da non dimenticare

diario dimagrire

  • Non saltare mai la colazione (e in generale, i pasti). Spesso la fretta di prima mattina è foriera di cattive abitudini, quali consumare un caffè veloce o addirittura uscire di casa a stomaco vuoto. “Ma dopotutto sto facendo una dieta, che sarà mai se salto un piccolo pasto? Meno mangio, più in fretta potrò dimagrire”. È uno degli errori più diffusi in fatto di alimentazione. Saltare i pasti non è mai l’opzione migliore, neanche nel caso di regimi dimagranti. Il motivo? Perché rallenta il metabolismo e invece di bruciare massa grassa, consuma massa magra. Altri effetti sono senso di stanchezza, capogiri e scarsa capacità di concentrazione. Il cibo è l’energia per corpo e cervello e se ce ne priviamo mandiamo entrambi in tilt. La colazione, in particolare, ci fornisce la giusta carica per iniziare la giornata: saltatela e sarete in modalità stand-by per tutta la mattinata, con il rischio di non riuscire a rispettare le indicazioni del pranzo perché troppo affamati.
  • Bere circa 1,5-2 litri d’acqua al giorno. Un corpo in salute necessita del giusto livello di idratazione. Uno scarso apporto di liquidi rallenta il metabolismo e può provocare stitichezza, spossatezza, fino a problemi più seri come calcoli renali e infezioni alle vie urinarie e al colon.
  • Svolgere un po’ di attività fisica. Non è necessario iscriversi in palestra o praticare uno sport agonistico. A seconda dell’età e del tempo libero a disposizione, cercate di ritagliarvi dei momenti per delle sane abitudini. Si comincia col prendere le scale invece dell’ascensore, rinunciare alla macchina per spostamenti di poche centinaia di metri, portare a spasso il cane.
  • Tenere un diario di quanto si mangia, degli esercizi fisici svolti e del peso, misurato di settimana in settimana.
  • Avere sempre a portata di mano, o di frigo, una varietà di cibi sani e ipocalorici, come verdure crude, da usare all’occorrenza come spuntino o tappabuco.

snack salutare

  • Fare sparire i cibi ingrassanti dalla credenza, dal frigorifero, dal congelatore e da qualunque nascondiglio segreto. Una volta eliminati (non via bocca, mi raccomando: cedeteli generosamente a familiari o amici non a dieta), trattenetevi dal comperarli di nuovo.
  • Regalarsi un premio al raggiungimento degli obiettivi. Ovviamente non può essere un affogato ai tre cioccolati o un vassoio di fritto misto. Meglio premi non commestibili.
  • Usare piatti di piccole dimensioni perché le porzioni sembrino più grandi (lo so, è un trucco infame. Ma a mali estremi…).
  • Non scoraggiarsi. A volte, specialmente in punti critici del corpo, sembra proprio che quei rotolini non si vogliano ridurre neanche di un centimetro. Sangue freddo e perseveranza. Se si cede alla prima delusione strafogandosi per dimenticare, il risultato agognato si farà ancora più lontano.
  • Mettere in preventivo una dieta di mantenimento. Pensavate di farla franca, vero? Anche se si riesce a dimagrire, non si può cantare vittoria troppo presto: la sfida è conservare il peso forma raggiunto cambiando il proprio modo di vivere che aveva portato a ingrassare.

Non sembra troppo dura, non è vero? Prendete carta e penna o aprite una nota rapida sul desktop: sicuramente non vorrete farvi scappare dei buoni consigli.

Articoli interessanti

loading...
Top