Home > Diete

La dieta Low Fat: per dimagrire senza rinunciare a pasta e pane

Quando si decide di seguire una dieta per perdere peso, la rinuncia più difficile è forse quella ai carboidrati: non si possono mangiare più pane e pasta seguendo questo particolare regime alimentare, e ciò include anche pietanze semplici ma sicuramente gustose, come la pizza. Allora come fare a dimagrire senza rinunciare ad una pizza con gli amici o, se siete tradizionalisti, ad un buon piatto di pasta? In nostro aiuto arriva la dieta Low Fat; questa particolare dieta, prevede la possibilità di dimagrire senza rinunciare ai carboidrati, sembra incredibile, tutti sanno quanto i carboidrati incidano sul peso, e chi è goloso di certi alimenti, se necessita di dimagrire, spesso si trova a dover rinunciare del tutto, o quasi, a piatti di questo tipo. Per questo la dieta Low Fat si prefigge l’obiettivo di far dimagrire chi la adotta, senza essere costretto a non poter assumere carboidrati per un lungo periodo, ma vediamo meglio in cosa consiste.

Un buon piatto di pasta. Difficle rinunciarci, ma siamo sicuri che, per dimagrire, sia necessario?
Un buon piatto di pasta. Difficile rinunciarci, ma siamo sicuri che, per dimagrire, sia necessario farlo?

Caratteristiche della dieta

Il termine Low Fat, come spiega anche il sito Mypersonaltrainer, indica un tipo di dieta che prevede l’assunzione di una bassa quantità di lipidi (cioè grassi), la dieta Low Fat, dunque predilige appunto l’assunzione di carboidrati, anche se questi vengono normalmente indicati tra i primi responsabili di un incremento di peso. L’efficacia di questo tipo di dieta, inoltre, è stata dimostrata da un recente studio degli US National Institutes of Healt  (Gli Istituti Nazionali di Sanità degli Stati Uniti, un’agenzia del dipartimento della Salute e dei Servizi Umani statunitense), che ha dimostrato l’efficacia di questo approccio, in quanto la riduzione dei grassi nell’alimentazione permette di ottenere una considerevole riduzione di peso. Vediamo ora quali sono le abitudini che deve assumere chi decide di adottare questa dieta:

  • Rinunce poco “estreme”. Le rinunce a cui si deve sottoporre chi sceglie questa dieta non sono particolarmente “dolorose”, semplicemente, per quanto riguarda i cibi da preferire, si tratta di diminuire l’assunzione di quelli che presentano una maggior concentrazione di grassi saturi;
  • Moderare i condimenti. L’altra piccola rinuncia richiesta a chi decide di adottare questo regime alimentare, riguarda i condimenti: questa dieta, infatti, prevede di limitare la quantità degli oli che normalmente usiamo per condire, in quanto, anche se il loro apporto può sembrare minimo, incidono molto sul numero di calorie che assumiamo durante un pasto; basti pensare che un cucchiaio di olio può contenere fino a 90 calorie. L’olio da preferire, per gli elementi nutritivi di cui è costituito, è quello d’oliva extravergine, soprattutto “a crudo”;
  • Metodi di cottura previsti dalla dieta. Seguendo la dieta Low Fat, è bene anche preferire alcuni metodi di cottura: sono consigliabili infatti quelli più semplici, dunque sarebbe meglio bollire i cibi, grigliarli, oppure farli al vapore;
  • Tipi di alimenti da accompagnare. Gli alimenti da accompagnare oltre ai due “capisaldi” pane e pasta, sono legumi e riso, sia a pranzo che a cena in piccole porzioni. Essi infatti, insieme a frutta e verdura, sono molto utili ad apportare la quantità necessaria di fibra che serve d’aiuto per eliminare i grassi in eccesso. I salumi e i formaggi sono da evitare in quanto hanno un contenuto di grassi molto elevato, ma si possono assumere pesce e carni magre.

Critiche più comuni mosse alla dieta Low Fat

Alcuni, soprattutto gli appassionati di culturismo, hanno però individuato un difetto in questa dieta: se è vero che essa risulta efficace per la perdita peso, è altrettanto vero che non permette una buona assunzione di calorie, in questo modo, in conseguenza al dimagrimento può avvenire una perdita di massa muscolare; ma nessuno impone di seguire questo regime alimentare per un periodo eccessivamente prolungato.

Chi adotta diete di questo tipo, inoltre, è interessato soprattutto alla perdita di peso, dunque se siete in sovrappeso, questa potrebbe essere una buona soluzione temporanea.

Dunque se cercate un metodo veloce per dimagrire, questo potrebbe essere un buon metodo, poi se vorrete aumentare l’apporto di calorie, perché siete dei culturisti, o semplicemente per avere maggior energia per la vita di tutti i giorni, potrete tranquillamente sposare un regime alimentare diverso.

Articoli interessanti

loading...
Top