Home > Diete

La dieta del lungo respiro: in cosa consiste? Funziona davvero?

La dieta che vi presentiamo oggi si può considerare davvero bizzarra. Il suo inventore è l’ex attore giapponese classe 1957 Miky Ryosuke, personaggio molto noto nel suo paese natale. La stranezza è che il metodo da lui inventato non è una vera e propria dieta da seguire ma una serie di lunghi respiri da eseguire per cinque minuti al giorno. Tutto ciò è il frutto della sua esperienza, l’attore infatti afferma di aver perso dodici chili in sette settimane e di aver assottigliato notevolmente il suo giro vita. Realtà o l’ennesima trovata per far parlare di sé?

dieta del lungo respiro

La scoperta del metodo

L’attore ci racconta che la dieta è nata in maniera casuale. Praticando tecniche di respirazione si era reso conto che più che eliminare il suo mal di schiena stava perdendo dei chili. Una volta fatta questa scoperta ha continuato a praticare quella determinata respirazione ottenendo dei risultati notevoli in poco tempo. Da allora sostiene la veridicità della sua scoperta e la sua voce ha fatto il giro del mondo incuriosendo tutti coloro che sono interessati al mondo delle diete e del benessere.

Come praticare correttamente la dieta del lungo respiro

Dalla scoperta ad oggi il signor Ryosuke ha creato numerosi DVD per spiegare i metodi di respirazione e divulgare il suo metodo. In Italia tuttavia sono inediti e non esiste nessuna conferma scientifica della dieta del lungo respiro. Qualcosa, però, è arrivato anche nel nostro paese. Le tecniche hanno comunque fatto il giro del mondo e sappiamo che ce ne sono due diverse da seguire. Scopriamo come praticare correttamente questa nuova dieta:

Metodo 1

Contrarre i glutei, portare un piede in avanti facendo in modo che il peso del corpo sia appoggiato prevalentemente sul piede rimasto dietro. A questo punto non resta che respirare profondamente ed espirare in maniera aggressiva per circa 7 secondi. Quando si espira bisogna fare attenzione che i muscoli del corpo siano contratti.

Metodo 2

Stringere le natiche, portare una mano sullo stomaco e una sul fondo della schiena. Poi bisogna inspirare per tre secondi ed espirare per sette.

Ecco perchè potrebbe funzionare davvero

Tutti sappiamo che fare attività fisica aiuta a bruciare i grassi. Anche un corpo fermo brucia energia per mantenersi vivo. Lo yoga, per esempio, può essere considerato come un’attività aerobica dolce eppure aiuta a dimagrire e a raggiungere il benessere fisico e mentale. La semplice respirazione potrebbe far perdere dei chili e ora scopriremo il perchè. Il grasso è costituito da ossigeno, carbonio e idrogeno; quando si respira, l’ossigeno raggiunge le molecole di grasso scomponendole in acqua e anidride carbonica. L’espulsione dell’aria per sette secondi, inoltre, tonifica il ventre e permette l’uscita dell’aria stantia sgonfiando la pancia.

Rischi e pareri medici

Come abbiamo detto prima, la dieta non ha trovato alcun riscontro scientifico e non è stata approvata dai medici dietologi. Alcuni medici, tuttavia, si dichiarano fortemente contrari. Essi sostengono che una respirazione così aggressiva possa sbilanciare l’equilibrio tra anidride carbonica e ossigeno necessari al corpo e al cervello. I risultati potrebbero essere capogiri e indebolimento fisico. L’ossigenzione del sangue alterata potrebbe avere come conseguenza lo svenimento.

Gli esperti sono scettici anche al riguardo del tempo giornaliero di questa pratica. Richard Godfrey, fisiologo della British Olympic Medical Centre afferma che: “Esercizi di medio-alta intensità – come il canottaggio, camminare o correre – per lungo tempo, sono l’unico modo per bruciare grassi e accelerare il metabolismo. Esercizi di respirazione profonda e dolci cinque minuti al giorno non bruciano le calorie necessarie per dimagrire e modificare la forma del corpo.”

Che sia reale o no possono dirlo solo coloro che l’hanno provata e si sono assunti la responsabilità dei rischi che si possono correre. Io non mi sento nè di consigliarla nè di sconsigliarla. Come ultima cose ecco il video virale dell’ex attore che spiega i fondamenti della sua dieta, purtroppo è solo in giapponese ma vale la pena di dargli un’occhiata!

Articoli interessanti

loading...
Top