Home > Diete

Dieta Sirt, come funziona la dieta del gene magro

Sono in molti ad ammirare la splendida forma fisica raggiunta dalla cantante Adele dopo aver perso ben 30 chili in un solo anno. Uno dei segreti del dimagrimento della cantante è la dieta Sirt, un regime alimentare ideato dai nutrizionisti inglesi Aidan Goggins e Glen Matten che promette di far perdere circa 3 chili in una settimana. La dieta Sirt, chiamata anche “dieta del gene magro”, è il risultato di studi approfonditi ed è stata approvata da medici di tutto il mondo perché permette di dimagrire rimanendo in buona salute.

dieta sirt

Su cosa si basa la dieta Sirt

La dieta Sirt si basa sullo studio delle sirtuine, un regolatore metabolico scoperto di recente che influenza la capacità di bruciare grassi in maniera sana e ha influssi anche sull’umore e sulla longevità. Attivando le sirtuine, quindi, è possibile dimagrire semplicemente mangiando i cosiddetti “cibi Sirt” e praticando una regolare attività fisica, senza dover seguire diete restrittive. L’efficacia di questo particolare regime dietetico è stato dimostrato clinicamente e trova concordi molti medici e nutrizionisti sulla sua efficacia.

Dieta Sirt, i cibi da preferire

La bella sorpresa? Il cioccolato si può, anzi, si deve mangiare! Ogni giorno, infatti, sono previsti fino a 20 grammi di cioccolato fondente. Altri cibi Sirt sono le cipolle rosse, la rucola, il radicchio, il peperoncino, le fragole, i mrtilli, gli agrumi, le noci, i capperi, la soia, il cavolo riccio, il caffe, il vino rosso, l’olio extra vergine di oliva, il tofu, la curcuma, il the matcha (magari aggiungendo un po’ di succo di limone che facilita l’assorbimento delle sirtuine) e il levistico, conosciuto anche come sedano di monte.
Insomma, tutti alimenti freschi e facilmente reperibili, che si possono cucinare in diverse maniere per accontentare anche il palato.

La prima e la seconda fase della dieta Sirt

La dieta Sirt si suddivide in due fasi. La prima, che dura sette giorni, è quella più aggressiva e consentirà di dimagrire di circa tre chili. Durante i primi tre giorni di dieta Sirt le calorie dovranno essere limitate a circa mille al giorno e si possono quindi assumere tre succhi verdi Sirt a base di prezzemolo, rucola, sedano, cavolo riccio, mela, limone the verde e un pasto solido a base di cibi Sirt. Negli altri quattro giorni le calorie aumentano a 1.500 al giorno,suddivisi in due succhi verdi e due pasti solidi Sirt.
La seconda fase, ovvero quella di mantenimento, ha invece una durata di quattordici giorni e consente di consumare un succo verde e tre pasti solidi al giorno, sempre a base di cibi Sirt ma in abbondanza, alternando cibi liquidi e solidi in modo da non soffrire la fame.

Conosciamo meglio alcuni alimenti Sirt

Vediamo i cibi più ricchi di sirtuina e quindi da consumare in abbondanza nell’ambito della dieta Sirt:

  • peperoncino: la varietà thailandese Bird’s Eye è la più ricca di sirtuina e si può utilizzare per rendere più piccanti i tuoi piatti almeno tre volte alla settimana. E’ però davvero molto piccante, quindi attenzione alle quantità e a togliere i semi prima del suo utilizzo.
  • caffè: nell’ambito della dieta Sirt se ne possono bere anche 4 o 5 tazzine al giorno, ma senza esagerare con lo zucchero e, soprattutto, senza aggiungere il latte, che riduce l’assorbimento delle sirtuine.
  • Thè verde matcha: aumenta la quantità di energia che il corpo è in grado di bruciare e in questo modo contribuisce all’eliminazione dei grassi, ma conservando la massa muscolare. Sarebbe meglio aggiungere al tè verde qualche goccia di limone per facilitare l’assorbimento delle sirtuine.
  • noci: si possono, anzi, si devono mangiare perché sono un concentrato di salute, ma attenzione alle calorie: meglio assumerne due o tre al giorno come spuntino o per dare un sapore diverse a piatti caldi e insalate.

Articoli interessanti

loading...
Top