Home > Cellulite

Antico massaggio romano contro la cellulite

Soffrite di cellulite? Le diete dimagranti non sono in grado di risolvere l’adiposità localizzata nelle zone critiche? Ecco un antico rimedio che arriva dal mondo non hollywoodiano ma …. dell’Antica Roma, dai nostri antenati latini! Ebbene sì perchè circa 2.500 anni fa anche le donne romane tenevano alla propria linea e combattevano contro gli inestetismi della pelle, dell’adiposità localizzata, della pelle a buccia d’arancia e, tra un banchetto conviviale e l’altro per esibirsi in splendida forma e fare invidia, si sottoponevano a cure di bellezza, trattamenti termali con unguenti, con fanghi, con olii profumatissimi ed addirittura con vini speziati, si sottoponevano anche a lunghi massaggi rilassanti e tonificanti per apparire più belle e rilassate. Beh, bella vita questa ma era solo una vita riservata alla classe patrizia e non di certo alle donne plebee, perché non rivivere quei momenti piacevoli?

Un rimedio dall’antico mondo latino: il massaggio romano contro la cellulite

Lo praticavano nelle terme, emblema degli agi patrizi dell’età imperiale, gli antichi romani si sottoponevano a bagni termali, massaggi e trattamenti estetici che, per la loro efficacia contro gli inestetismi e per il loro effetto rilassante, possono essere ancora oggi praticati con tutta serenità.

Un odierno esperto di massaggi Duilio La Tegola, patron della Scuola professionale Diabasi studiando le fonti antiche ed i testi dei medici latini Gelso e Galene ha riproposto gli strumenti, le manovre e le finalità terapeutiche dell’atavico massaggio anticellulite con l’utilizzo dei cosmetici naturali.

I benefici dell’antico massaggio anticellulite sono decisamente utili ed importanti per ogni donna dato che prevengono e curano gli inestetismi della cellulite e i “cuscinetti” di adiposità localizzata compresa la stimolazione del sistema venoso e delle arterie. Questo antico massaggio è un potente antidoto contro gli inestetismi dell’epidermide e vanta un’azione drenante ed rigenerante.

L’ABC per eseguire con correttezza l’antico massaggio romano

Vediamo gli ingredienti per chi vuole sperimentare e sottoporsi a questo massaggio drenante ed anticellulite; procuratevi delle ampolle e ciotole da utilizzare come contenitori per i naturali ingredienti da impiegare in questo trattamento. Olio, zucchero, sale, peperoncino, miele, aromi naturali e spezie, sono questi i componenti che vengono combinati e mescolati tra loro per creare cosmetici ed unguenti naturali dai profumi inebrianti e stimolanti. Lasciatevi cadere in un sogno, prendetevi un’ora per sentirvi rilassate, calatevi e rivivete nell’atmosfera delle antiche donne patrizie dell’epoca imperiale romana.

Con olio di oliva ricco di polifenoli, di acidi grassi e di vitamine fatevi cospargere il corpo, ciò vi permette di beneficiare dell’azione emolliente, lenitiva e anti-ossidante di questo naturale rimedio, emblema della dieta mediterranea e della culla romana. Fatevi massaggiare con un movimento circolatorio, la manualità deve essere piacevole, dolce e sensuale, non si deve esecitare alcuna forma di pressione, il tocco ed il movimento delle mani del massaggiatore deve essere leggero e deve essere praticato dalle cosce verso le braccia e la schiena per poi ripetere con costanza il movimento sul vostro corpo.

Fase del cleaning e peeling 

Una volta che siete immersi in questa atmosfera rilassante e sensuale si procede alla fase della pulizia profonda ed intensa dell’epidermide, con una sorta di fango di sale e di olio di oliva si sfrega e si esegue lo scrub, il movimento delle mani del massaggiatore deve essere intenso e non più delicato come nella fase precedente. La pressione che viene esercitata sulla pelle consente di eliminare le cellule epiteliali “morte” ed il tessuto connettivo lipidico da sebaceo tende adesso a seccarsi, per questo è bene utilizzare dello zucchero con un po’ di miele per riequilibrare l’epidermide. Con questa pratica di peeling le impurità e le cellule “morte” sono eliminate dal vostro tessuto epiteliale che appare levigato, lucido e ben ossigenato.

Fase di picchiettamento e di snellimento

Ecco la fase che tanto attendevano, iniziano adesso i picchiettamenti sul corpo dalle gambe alla schiena, dagli arti superiori a quelli inferiori, in questa fase il miele con un po’ di zenzero sono ideali per eseguire questa azione di stimolazione e di snellimento della linea del corpo, specie lungo i fianchi e l’interno coscia. Con questi movimenti repentini la circolazione nelle aree “critiche” comincia a riprendere il naturale movimento e si inibisce alle sostanze lipidiche di accumularsi in fastidiosi cuscinetti e nell’orrenda pelle a buccia d’arancia.

Siete quasi pronte le mani del massaggiatore non le percepirete più, intanto vi ripulisce bene l’epidermide e vi applica degli olii ed unguenti di varia profumazione a seconda delle vostre esigenze per consentire all’epidermide di ossigenarsi e di rilassarsi dopo questa fase di movimenti repentini. Eccovi sollevate e rilassate proprio come delle antiche patrizie romane!

Articoli interessanti

loading...
Top