Home > Alimentazione

Benefici degli agrumi sull’organismo

Gli agrumi sono i frutti più ricchi in Vitamina C,pura salute a spicchi. Presentano una buccia rugosa e resistente, mentre la parte che si può gustare si trova nascosta sotto la scorza, suddivisa in spicchi ricchi di un gradevole succo acidulo zuccherino. Gli agrumi, i frutti invernali per eccellenza: arance, mandarini, limoni, cedri e pompelmi, che oltre ad essere gustosi e dissetanti, sono colmi di proprietà nutritive e si possono considerare degli alimenti funzionali che apportano benefici alla salute, riducendo il rischio di insorgenza di diverse malattie.

agrumi

QUALITÀ PRINCIPALI DEGLI AGRUMI

Gli agrumi, contengono l’80-90% di acqua, piccole quantità di zucchero, in prevalenza fruttosio, buone quantità di acidi organici, in particolare l’acido citrico, dosi discrete di sali minerali come il calcio, il potassio e lo zinco, e la vitamina C in grande quantità. Tutte queste qualità mantengono la loro validità anche se vengono consumati sotto forma di spremute, facili da assorbire, dissetanti, ristoratrici e che, se bevute dopo un’attività fisica, reintegrano i sali minerali perduti fornendo energia fisica e mentale. Le calorie ingerite, infatti, sono uguali a quelle fornite dal frutto fresco e simile è l’apporto vitaminico e di sali minerali.

I FRUTTI E LE LORO CARATTERISTICHE

L’ARANCIA: è l’agrume più diffuso d’inverno, a seconda della grandezza si distinguono arance da tavola  e da spremuta, mentre a seconda del colore della polpa si distinguono in arance bionde o sanguigne. Il succo delle arance è abbondante, di sapore dolce-agro, gradevole, dissetante ed energetico per la presenza di vitamine, zuccheri e potassio. Le arance  sono, inoltre, un concentrato di flavonoidi, antiossidanti, terpeni e pectine, hanno proprietà antiossidanti e depurative, proteggono il sistema immunitario (grazie alla vitamina C), riducono la fragilità capillare e rafforzano le ossa, denti, cartilagini e legamenti. Inoltre sono un ottimo sedativo e antinfiammatorio e, se consumate regolarmente, aiutano a prevenire le malattie da raffreddamento, mentre l’infuso di scorze di arancia favorisce la digestione. Sono note anche le proprietà anticancerogene del frutto, mentre la buccia in decotto è un validissimo digestivo.

IL LIMONE: è un ibrido molto antico tra cedro e pompelmo, con una buccia spessa di colore giallo o verde-giallo e polpa ricchissima di succo, è un agrume con bassissimo apporto calorico (11 cal per 100 g), ma ricco di olio essenziale, acido citrico, acido malico, vitamina C, gruppo B e A, sali minerali (specialmente potassio) ed oligoelementi e la sua scorza contiene ghiandole oleifere. Le foglie del limone hanno caratteristiche molto importanti, sono ricche di idrocarburi terpenici e di alcune essenze aromatiche che conferiscono al limone la proprietà di calmante e antispastico. Per questo è consigliato a chi soffre di nervosismo, insonnia, palpitazioni, mal di testa o asma. Il limone è astringente, coagulante e migliora la funzionalità epatica; abbassa i livelli di colesterolo, ha proprietà antivirali ed agisce efficacemente contro reumatismi e gotta. Migliora, inoltre, la digeribilità dei grassi, oltre ad essere un eccellente disinfettante.  Infine, questo agrume ha proprietà alcalinizzanti e depurative, e fa bene a chi segue una dieta ricca di carne e, quindi, di proteine perché sembra che il succo di limone sia un solvente dei calcoli renali grazie ai citrati e, soprattutto, al citrato di potassio che ne impedisce la formazione e ne facilita lo  scioglimento.

IL MANDARINO: questo frutto presenta una polpa, dolce e aromatica, eccelle per l’alto contenuto di provitamina-A e selenio, ma anche di vitamine B e C, proteine e magnesio. Il mandarino, è dotato di proprietà calmanti, infatti, contiene bromo, un sedativo del sistema nervoso centrale, che, quindi, è utile la sera per conciliare il sonno. Il mandarino, inoltre, ha un buon apporto di zuccheri (ben 72 calorie per 100 gr) e questa caratteristica lo rende un frutto di cui non abusare. E’ ricco anche di fibre, di vitamina C, di calcio e di potassio. La sua buccia contiene una sostanza antiossidante, il limonene, e un olio essenziale utilizzato per produrre sciroppi e profumi.

IL POMPELMO: è un grosso frutto a buccia gialla, utilizzato principalmente per l’estrazione del succo. Tipicamente aspro, il succo di pompelmo è ricco di vitamina D, potassio e flavonoidi (potentissimi antiossidanti): benefico per stomaco e fegato, contiene sostanze come il limonene dalle supposte proprietà antitumorali. E’ ricco di fibre e di vitamine A, B e C, la buccia contiene oli essenziali che hanno azione antidepressiva e agiscono sulla circolazione sanguigna; queste sostanze hanno, inoltre, azione antisettica generale.
Valida alternativa al pompelmo è il pompelmo rosa, ibrido tra arancio e pompelmo dalla polpa più dolce e gradevole

Articoli interessanti

loading...
Top