Home > Alimentazione

Tutte le proprietà dell’olio extra vergine di oliva

L’olio extra vergine di oliva, è un olio ottenuto dalla prima spremitura dei frutti (olive), questo processo di estrazione dell’olio extravergine di oliva è meccanico e si esclude totalmente l’impiego di mezzi o processi chimici;  le varie fasi di lavorazione non devono incidere sulla qualità dell’olio che, a prodotto finito, deve risultare integro e ben conservato. Ciò che rende idoneo il processo  di lavorazione dell’olio è il parametro acidità; ovvero il pH dell’olio extravergine di oliva che rappresenta, insieme ad alcune proprietà organolettiche e gustative, il parametro fondamentale nella valutazione qualitativa del prodotto.

oil

LE PROPRIETÀ DELL’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA

L’olio extravergine di oliva è costituito al 99% da lipidi. La porzione saponificabile di questi grassi è organizzata prevalentemente in trigliceridi  semplici e/o misti. La qualità degli acidi grassi dell’olio extravergine di oliva ne determina le proprietà chimico-fisiche e, in pratica, la relativa pertinenza all’interno delle diverse preparazioni culinarie. Quest’olio rappresenta un discreto substrato per la frittura e un ottimo alimento per la conservazione sott’olio. Le sue proprietà nutrizionali, paragonate a qualsiasi grasso da condimento, sono decisamente migliori; poiché si tratta di un alimento ampiamente gradito grazie al suo gusto.  L’olio extravergine di oliva merita di essere utilizzato “a crudo” ma in dosi proporzionate alle reali necessità caloriche del soggetto. l’olio extravergine di oliva apporta vitamine, antiossidanti, fitosteroli ed acidi grassi monoinsaturi. L’olio d’oliva, inoltre, è molto digeribile; è importante sapere della presenza dell’acido oleico, abbondante nell’olio d’oliva, che stimola la contrazione della cistifellea, favorendo la liberazione degli acidi biliari e, di conseguenza, la digestione.

PROPRIETÀ CURATIVE E NUTRIZIONALI

Grazie al contenuto di grassi monoinsaturi, l’olio extravergine d’oliva è indicato per:

  •  Problemi cardiovascolari e il controllo del colesterolo.
  • Indispensabile durante l’infanzia, andrebbe introdotto sin dalle primissime fasi dello svezzamento, cioè già intorno ai 6 mesi. L’olio extravergine d’oliva, infatti, contribuisce alla formazione delle ossa, al processo di mielinizzazione del cervello e all’accrescimento; è, inoltre, un ottimo aiuto per le difese immunitarie.
  • L’olio è anche un coadiuvante nella resistenza alle infezioni e aiuta a combattere l’arteriosclerosi. L’olio extravergine d’oliva è molto ricco di vitamina E, un micronutriente che aiuta a preservare la salute delle ossa, proteggendole da osteoporosi e decalcificazione e, di conseguenza, dai disturbi che ne possono derivare, per esempio le fratture ossee.
  • Oltre ad essere un prodotto dall’alta digeribilità, è considerato un vero e proprio cibo-medicina in quanto la sua assunzione quotidiana allontana la formazione di tumori.
  • Aiuta il benessere del fegato, riduce il rischio di diabete e regola la giusta funzionalità gastro-intestinale.
  • E’ ottimo, per regolarizzare la pressione arteriosa e combattere i problemi di stitichezza.
  • Inoltre l’olio di oliva, viene impiegato anche come trattamento di bellezza  usato per ammorbidire la pelle e per rendere lucidi i capelli.

ALTRE APPLICAZIONI  E CONTROINDICAZIONI

L’olio extravergine di oliva possiede anche delle proprietà ed applicazioni ben diverse da quelle culinarie; alcuni studi, infatti hanno dimostrato un effetto positivo verso il sebo cutaneo grazie alle relative caratteristiche emollienti e sebo-ricostitutive.  L’olio d’oliva non presenta controindicazioni, occorre solo fare attenzione a due fattori: la conservazione d’olio e la quantità che si consuma. L’olio d’oliva è molto calorico; non bisogna, quindi, esagerare con il consumo, specie quando si ha necessità di controllare il peso corporeo. Va conservato bene e consumato entro 12/18 mesi dalla data di produzione. Come tutti gli oli, infatti, irrancidisce e un olio d’oliva rancido non è più commestibile. L’olio extravergine d’oliva teme la luce e il calore; andrebbe, quindi, conservato in un ambiente fresco e al buio. Inoltre, si ossida facilmente all’aria e quindi non bisognerebbe mai rabboccare la bottiglia, né tenere le latte mezze vuote; se si acquistano latte da molti litri, occorrerebbe suddividere l’olio in tante bottiglie quanti sono i litri.

Articoli interessanti

loading...
Top