Home > Alimentazione

Sedano: proprietà e benefici

Il suo aroma intenso, unito alle pochissime calorie che contiene (circa 20 per 100 grammi), fanno del sedano un alimento perfetto per ricette leggere e gustose, particolarmente indicato anche per chi sta seguendo una dieta dimagrante. Non solo: questo ortaggio è un vero e proprio concentrato di virtù benefiche. Il sedano, il cui nome scientifico è Apium Graveolens, è infatti conosciuto e apprezzato fin dai tempi antichi per le sue proprietà nutrizionali e medicinali benefiche per il corpo: è infatti un ortaggio diuretico, depurativo e ha proprietà benefiche in caso di bronchite. Nel Medioevo veniva anche utilizzato per allontanare la malinconia, per curare le ferite e come afrodisiaco, ma ovviamente non tutti questi usi sono stati confermati in maniera scientifica.
Vediamo quindi le proprietà del sedano, un prezioso alleato per la salute.

sedano

Alla scoperta del sedano: le sue caratteristiche

Lo usiamo da sempre in cucina, ma conosciamo veramente questo ortaggio? Il sedano è una pianta erbacea biennale che appartiene alla famiglia delle Ombrellifere e si suddivide in numerose varietà che si distinguono tra loro per colore e periodo di fioritura. E’ molto coltivato in Italia, ma cresce anche in maniera spontanea in posti erbosi e paludosi, dove riesce a raggiungere anche un metro di altezza.

Le proprietà benefiche del sedano

Ogni parte del sedano ha le sue proprietà benefiche e si utilizzano quindi per scopi terapeutici diversi le foglie, gli steli e i semi. Gli steli contengono grandi quantità di fosforo, calcio, magnesio, potassio, vitamine C, E, K e alcune del gruppo B. Le foglie contengono invece una buona quantità di vitamina A; foglie e frutti del sedano, inoltre, vengono tradizionalmente impiegati per facilitare la digestione e aiutare ad espellere i gas intestinali, mentre i frutti e le radici hanno proprietà diuretiche: aiutano a contrastare la ritenzione idrica (e quindi anche la cellulite) e sono indicati in caso di nefriti, problemi renali e della vescica. I semi del sedano, infine, possono essere utilizzati anche per preparare un infuso rilassante e antistress.

Nel suo insieme il sedano contiene poi Luteina, un antiossidante che protegge il cervello; Sedanina, una sostanza stimolante, e ftalidi, che permettono di controllare la pressione sanguigna combattendo l’ipertensione. Consumato regolarmente, il sedano contrasta il colesterolo “cattivo”, svolge un’azione anti tumorale, aiuta a prevenire e ad alleviare i reumatismi e l’insufficienza epatica.
Non solo: questo ortaggio dalle mille virtù benefiche contrasta le infiammazioni, anche quelle della pelle come l’acne o i bruciori agli occhi, aiuta a combattere catarro, bronchiti e tosse secca e ha anche virtù afrodisiache grazie agli ormoni steroidi delta-16 che contiene.

Le proprietà del sedano si possono apprezzare senza controindicazioni (se non in caso di allergie specifiche) e senza sensi di colpa, dal momento che le pochissime calorie che contiene (20 per 100 grammi di ortaggio) lo rendono perfetto anche per chi è a dieta o per chi cerca di tenere sotto controllo il peso corporeo!

Sedano, come consumarlo

Per apprezzare al meglio le proprietà e i benefici del sedano questo ortaggio si può consumare sia crudo che cotto in una grande varietà di modi: crudo prima dei pasti, aggiunto a insalate e pinzimoni, cotto a vapore, stufato, come ingrediente di zuppe e minestre o altre pietanze oppure sotto forma di centrifuga.

L’ideale sarebbe consumarlo fresco nel giro di 4 o 5 giorni, in modo che mantenga intatte tutte le sue proprietà nutrizionali, ma con alcune accortezze si può anche conservare, congelandolo oppure facendo seccare al sole le radici ben ripulite e conservandole avvolte in un panno. I semi, invece, possono essere riposti in un barattolo di vetro da tenere lontano dalla luce del sole.

Articoli interessanti

loading...
Top