Home > Alimentazione

L’aglio: un antibiotico naturale, tutte le proprietà e i benefici

L’aglio,un prodotto che è sempre presente nei nostri piatti e nelle nostre case, ma che a volte evitiamo di mangiare a causa del suo effetto “alito pesante”.  Eppure questa pianta sin dai tempi antichi non viene utilizzata solo come condimento ma anche a scopo terapeutico.

Questo suo utilizzo come “medicinale naturale” è stato confermato anche da varie ricerche scientifiche tra cui quella dell’università di Copenaghen che ne ha confermato la proprietà antibiotica .

I ricercatori hanno scoperto che grazie a una sostanza chiamata l’ajoene  la pianta è  capace di contrastare i batteri più resistenti , proprio come un vero e proprio antibiotico.

Anzi forse può addirittura essere più efficace:basti pensare che lì dove gli antibiotici comuni non sono riusciti a combattere i batteri c’è arrivato l’aglio!

Ma, purtroppo, non basta mangiarne uno spicchio per poter guarire da un’infezione, in quanto l’ajoene è contenuto in parte minima nell’ allium sativum . Secondo questa ricerca se ne dovrebbero mangiare circa 50 al giorno. Questo ovviamente non è possibile e per questo gli scienziati stanno tentando di riprodurre in laboratorio questa sostanza.

Intanto noi come possiamo utilizzarlo per migliorare, almeno in parte, la nostra salute?

Per prima cosa va premesso che l’aglio, oltre ad avere la capacità di essere un antibiotico, è anche un ottimo depurante per il sangue, aiuta a prevenire varie malattie tra cui quelle cardiache e il cancro e può essere usato anche come antiparassitario.

Per beneficiare delle sue proprietà curative possiamo utilizzarlo in vari modi.

Ecco a voi alcuni usi  dell’aglio:

  • Passarne un piccolo spicchio  sulle ferite di media e piccola grandezza aiuta a prevenire l’infezione.
  • Preparando un infuso a base di aglio si può aiutare a far passare velocemente durante la stagione invernale la tosse e il raffreddore. Basta tritare uno spicchio di aglio e poi lasciarlo riposare nell’acqua bollente e poi bere il tutto come una normale tisana.
  • Mangiare tre spicchi di aglio crudo ogni giorno, lontano dai pasti, aiuta a prevenire e a guarire dall’influenza.
  • Far diluire il succo di aglio con l’acqua( si ottiene schiacciando da 5 a 10 spicchi di aglio diluiti con alcol) e porlo su punture di zanzare e micosi.

L’importante, in ogni caso, è ricordarsi che l’aglio cotto ad elevate temperature perde quasi tutti i suoi benefici.

Oltre questo esso, a differenza dei medicinali, ha pochissimi effetti collaterali, tranne in caso di allergie o intolleranze. Ma se viene assunto in grosse proporzioni causa gastriti, nausea, vomito e diarrea.

è altamente sconsigliato per coloro che soffrono di ulcera, sono in stato di gravidanza o allattano.

Per coloro che , invece, lo assumono come “succo” è necessario un parere del medico.

Articoli interessanti

loading...
Top