Home > Alimentazione

Il caffè verde fa dimagrire? Proprietà e controindicazioni

Del caffè verde se ne sente spesso parlare ma i pareri sono molto contrastanti. I sostenitori affermano che abbia proprietà dimagranti, gli oppositori screditano queste teorie affermando che sono solo bufale. Chi avrà ragione? Scopriamo di più sul caffè verde e cerchiamo di trovare la verità su questo interessante prodotto.

caffè verde

Cos’è il caffè verde?

Da sempre siamo abituati a prendere l’espresso all’italiana, molto corto e dal sapore forte. Il caffè che compriamo, che sia della specie arabica o robusta, si presenta con chicchi marroni e il processo di lavorazione che subisce si chiama torrefazione. In poche parole i chicchi, dal colore naturale verde, vengono tostati sottoponendoli a temperature molto elevate. In questo modo si carbonizzano e cambiano colore. Il caffè verde non è altro che l’insieme di varietà di caffè che non subisce questo trattamento. I chicchi rimangono del loro colore originario e il prodotto viene consumato crudo.

  Differenze fra caffè classico e caffè verde

Oltre al colore esistono ulteriori numerose differenze. Vediamo le principali:

  • Contiene meno caffeina: il caffè verde, non subendo il processo di torrefazione, contiene minore caffeina e quella al suo interno è diversa da quella del caffè torrefatto. In questo tipo di caffè è legata all’acido clorogenico e insieme formano il clorogenato. Grazie a questo assemblamento chimico il caffè verde viene assorbito più lentamente dalle mucose e non si hanno picchi ematici di caffeina.
  • Il pH è più elevato: quello del caffè verde si aggira intorno al 5 mentre quello del caffè normale è di un massimo di 3.5, quindi è maggiormente acido. La neutralità si trova a 7. Il caffè verde, avvicinandosi di più al neutro, causa meno problemi alle mucose dello stomaco.
  • Contiene più polifenoli, sali minerali e vitamine: il processo di tostatura elimina molti dei nutrienti contenuti nei chicchi di caffè. I polifenoli, particolarmente utili per la salute dato che sono antiossidanti, sono contenuti in maniera maggiore nel caffè verde. Lo stesso vale per i sali minerali e per le vitamine soprattutto del gruppo B.
  • Si differenzia nel gusto, nell’aroma e nella fragranza: da un punto di vista sensoriale il caffè verde è molto differente da quello nero. Il gusto e l’aroma sono diversi così come lo è la modalità di preparazione.

Proprietà del caffè verde

Essendo un prodotto naturale, il caffè verde conserva al suo interno molte sostanze utili per l’organismo che vanno perdute durante il processo che lo rende nero. Tra i benefici che si possono trarre ci sono le azioni antiossidanti e antinfiammatorie. L’acido clorogenico contenuto al suo interno contrasta i radicali liberi e l’invecchiamento cellulare. Inoltre il caffè verde riduce il colesterolo e i trigliceridi, rafforza i capelli ed è un valido alleato contro stressstanchezza.

Il caffè verde fa veramente dimagrire?

Partiamo dal presupposto che non esistono prodotti miracolosi in grado di far perdere tanti chili. Nessuno ha questa magica capacità. Esistono solo determinati alimenti che possono aiutare se inseriti all’interno di una dieta bilanciata e sana. Il caffè verde è uno di questi. Bere una tisana, o prendere una capsula, indubbiamente non risolverà tutti i problemi anche se è quello che le pubblicità vogliono farci credere. Il caffè verde, tuttavia, possiede davvero delle proprietà dimagranti. L’acido clorogenico riduce l’assorbimento degli zuccheri da parte dell’intestino e accellera il processo di smaltimento dei grassi. Ha davvero un effetto benefico sull’organismo ma non poteri magici. Se non si ha una dieta adeguata e se non si pratica esercizio fisico, assumere caffè verde è inutile.

Controindicazioni

Il prodotto presenta pochissime controindicazioni. Può essere causa di qualche sintomo solo se si è particolarmente sensibili a qualche componente interno. È tuttavia sconsigliata la somministrazione in donne in stato di gravidanza e bambini. La caffeina, inoltre, deve essere assunta con moderazione in quanto può essere causa di diversi effetti collaterali come mal di testa, battito irregolare, nausea, vomito e molti altri. Da evitare se si soffre di disturbi di ansia.

Articoli interessanti

loading...
Top